Articoli scritti da Rita Rucco

Ok, ridateci i cattivi ragazzi!

Un’analisi psicologica e antropologica, che è anche una provocazione intellettuale, di tipo pasoliniano, dopo l’ultimo episodio di femminicidio

Cultura, Società
Ogni minimo commento che segue ad un fatto di cronaca efferato, inenarrabile, diciamo pure bestiale, risuona nell’etere sempre con le stesse parole, ma con intonazioni, pronunce e altezze vocali differenti: era tanto un bravo ragazzo, oppure, era un ragazzo normale, o un uomo gentile, sorridente, di buona famiglia. Sarà stato…

Il medioevo tecnologico

Un’amara riflessione sulla disumanizzazione del nostro tempo

Cultura, Politica, Società
Medioevo tecnologico è l’unica formula ossimorica con cui riesco ad esprimere lo sconcerto e la consapevolezza di vivere in un mondo ripiombato nel buio, nella barbarie. Il buon vecchio Vico ci aveva ben orientati a questa evenienza: La Storia ritorna con la sua ciclicità, con i suoi corsi e ricorsi.…

Priorità dimenticate. La colpa storica della sinistra. L’allarme di una intellettuale

Sballare la gerarchia dei problemi fa il gioco della destra

Cultura, Politica
Quando per decenni si vanno privilegiando argomentazioni che mantengono un profilo alto sui diritti civili dimenticando la priorità dei diritti sociali, la scelta politica è già compiuta. E i danni non tardano a manifestarsi. Quando la distinzione tra bisogni e desideri viene annullata o invertita nella sua essenziale differenziazione, allora…

Sulla scia di Spinoza e Bacone. “Io sto con la natura”

Quanti equivoci dietro la parola modernità. Dalla genitorialità forzata all’utero in affitto e altre pratiche

“Deus sive natura”, Dio o natura. La sostanza unica, infinita ed eterna, che è Dio, coincide, per Spinoza, con la natura naturata o la res extensa del mondo sensibile, la natura, in quanto estensione e creazione di Dio stesso. Da leggere anche come un monito per il rispetto della natura…

Tra etica e legalità. Antigone e Socrate

Politica, Società
La riflessione circa il rapporto tra Etica e Legalità crediamo ponga interrogativi sempre più importanti soprattutto quando si ragioni sulla questione dell’obbedienza  o meno ad una legge riconosciuta  come ingiusta. Per semplificare si prendano ad esempio due grandi figure della cultura classica: Antigone, la protagonista della tragedia di Sofocle, e…

Nessuno tocchi Caino. Ma chi difende Abele?

Cultura, Società
L’ interrogativo serpeggia a mezza voce tra tanta, troppa gente che assiste, impietrita, ad efferatezze sempre più frequenti e sempre più inconcepibili; s’insinua tra uomini e donne che vivono con l’impotenza d’agire, con gli interrogativi irrisolti sul declino, sulla morte, dei minimi precetti morali di una società estranea al cielo…
Menu