Una riflessione sul Natale. E sulla lotta tra il Bene e il Male

Solo una riflessione sulle due metà del mondo che abitiamo.

Due facce di una sola società civile tentano, invano, di ritrovare unità. Sempre più evidente è la separazione netta fra le cui due parti aleggia un cuscino d’aria che le allontana verso lunghezze e spazi siderali.

La gente popola il mondo tra sofferenze e povertà, tra disagi ed incertezze, tra paure ed angosce certe. Lamenti soffocano lentamente intere porzioni di mondi che sprofondano in vertiginosi baratri e le prospettive di Pace o di crescita sono lontane. Le menti pensose sorridono poco, ma poi il tutto si annulla ed è come se avessimo mentito a noi stessi.

Ma Natale è di nuovo con noi e noi con lui; siamo nuovamente smarriti tra folle e colori, gettati in un mondo di false emozioni. Di piaceri degli occhi che non passano al cuore. E ancora quella metà del mondo annega in un mare molle e lievemente increspato, si disperde tra flutti corposi e non può gridare il dolore: turberebbe la vita degli altri; una vita che scorre appagata, di gente che crede e non pensa.

Crede, ha fiducia in toni e parole che suonano forti, chiari e sicuri e guarda ciò che non vede o forse non c’è. E il disagio si annulla, le tragedie si spengono, i timori si omettono, la povertà si dimentica, la morte è per gli altri, lontani, sfocati. Non si può conciliare il totalmente diverso, né unire ciò che nasce diviso. Due metà si aggirano stanche e sperdute; avevano creduto anch’ esse alle fiabe. Ma le fiabe, suggestive e fantastiche, sono letteratura infantile ed i risvolti non sono realistici: le conclusioni son sempre a buon fine. Nelle fiabe il Bene vince sempre sul Male.

Ma qui il male dov’è?

 

Rita RuccoDocente- direttrice della collana editoriale Pluriverso femminile, della Casa editrice Milella

Il canone ucraino

Sono disgustato dall’ipocrisia degli equidistanti. Gridano "pace, pace" sui confini violati dagli aggressori per ottenere con coltelli più ragione che Read more

Intelligenza artificiale: prospettive e rischi nell’era digitale

Luciano Floridi, uno studioso italiano noto in tutto il mondo, docente di filosofia ed etica nell’Università di Oxford, nonché di Read more

Le scelte di papa Francesco: né da vivo né da morto

Ha suscitato non poca meraviglia, e qualche interrogativo, la scelta di papa Francesco del luogo dove stabilire la sua tomba. Read more

“La tutela della persona nella innovazione e nel progresso: il giusto compromesso in una nuova era digitale”

L’intelligenza ha la sua radice nell’essere umano; essa è incarnata. Tuttavia, non è più un simulacro inviolato; dal secolo scorso, Read more

Tags: , , ,
Articolo successivo
Per capire l’arte ci vuole una sedia | | “Bisogna immaginare Sisifo felice”
Articolo precedente
Il Natale nella letteratura siciliana

Menu