Donazione e trapianto organi, tessuti e cellule: al via un ciclo di audizioni in Parlamento

Saranno coinvolte associazioni pazienti, organizzazioni civiche, società scientifiche e istituzioni – Un’attività che prelude a nuove proposte per l’aggiornamento della Legge 91/99 – Fondamentale ridurre il grande divario esistente tra il numero di organi disponibili e quello dei pazienti in attesa

PoliticaWelfare

In concomitanza con la celebrazione della XXVI Giornata Mondiale per la donazione degli organi, l’Intergruppo Parlamentare per la Donazione e il Trapianto degli Organi, Tessuti e Cellule avvia un ciclo di audizioni dedicate ad associazioni pazienti, organizzazioni civiche, società scientifiche ed organismi istituzionali.

Quest’attività di ascolto rappresenta un fondamentale momento di raccolta di tutti quegli elementi utili alla prevista revisione delle Legge 91/99. Un intervento determinante per dar vita ad un nuovo e più efficiente paradigma gestionale di questo ambito sanitario, anche per ridurre il grande divario esistente tra il numero di organi disponibili e quello dei pazienti in attesa.

  • Incidere sull’orientamento della popolazione rispetto alla donazione degli organi, tessuti e cellule
  • Rivisitare i principi generali relativi al consenso/assenso alla donazione d’organo post mortem, con attenzione alla attuazione del principio del “consenso informato” o “silenzio/assenso”
  • Rafforzare la norma sull’obbligo del rispetto dell’anonimato per favorire le esigenze delle famiglie dei donatori

Sono solo alcuni degli aspetti socio-culturali che, insieme a quelli di sistema e economico-organizzativi, impongono urgenti risposte di politica sanitaria che consentano di dar vita ad una nuova stagione in materia di donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule.

Nell’annunciare l’avvio delle audizioni, la Senatrice Elisa Pirro, promotrice dell’Intergruppo Parlamentare per la Donazione e il Trapianto degli Organi, Tessuti e Cellule ha sottolineato: “In occasione della giornata nazionale della donazione degli organi e dei tessuti ritengo determinante sottolineare anche l’importanza di fare corretta informazione su questo tema per sfatare false convinzioni e soprattutto per aumentare le disponibilità alla donazione. Ci sono ancora tantissime persone in attesa di trapianto ed è nostro dovere non dimenticarlo. Anche dalle tragedie può rinascere una speranza”.

 

 

Redazione

Salute, le guerriere della lotta al cancro

In occasione della manifestazione svoltasi a Roma, in Piazza Santi Apostoli, lo scorso 21 marzo, abbiamo intervistato Isabella Palopoli, consigliera Read more

Veneto/ legge fine vita. Tosi: una forzatura istituzionale e politica, un errore di Zaia. Sono un liberale, e non sono di per sé contrario al suicidio assistito. Ma serve equilibrio

Come giudica l’iniziativa del Consiglio regionale del Veneto sulla legge regionale di iniziativa popolare sul Fine vita? Una forzatura istituzionale Read more

Autonomia differenziata: “per tutti o per nessuno”. Non si possono privilegiare le regioni del nord a danno delle altre

La premier Giorgia Meloni nella conferenza stampa di inizio anno ha detto in modo esplicito che il premierato "si tiene" Read more

Articolo successivo
Giovanni Grasso: La comunicazione veleggia verso mondi nuovi… indietro non si può tornare
Articolo precedente
La Turchia al voto decide il suo futuro e quello dei rifugiati

Menu