Articoli scritti da Roberto Tanisi

Un’analisi del fenomeno fatta da un alto magistrato, anche sulla base della sua esperienza di giudice

Politica

Democrazia a rischio?

Un alto magistrato interviene sulla lectio magistralis di Mattarella sulla democrazia (un discorso "limpido e appassionato") e su alcune reazioni che ne sono seguite

EconomiaSocietà

Di schiavitù si muore

Un alto magistrato - che ha emanato anche alcune sentenze in merito - interviene sui recenti episodi di sfruttamento e di caporalato nei campi e sulla "vita da invisibili" dei lavoratori sfruttati in questa "Italia dei caporali". Il famoso caso di Nardò

Politica

Separare le carriere dei magistrati? Un boomerang dagli effetti imprevedibili per la democrazia

Un alto magistrato interviene sulla riforma Nordio, puntualizza alcune questioni fondamentali e confuta alcune tesi "di maniera" sulla stagione di Mani Pulite e su presunti appiattimenti dei giudici sui pubblici ministeri, smentiti peraltro dai dati statistici dei processi. Il problema della terzietà riguarda solo il Giudice e non il Pm. Le parole illuminanti del prof. Franco Coppi

Politica

Democrazia e trasformismo. E l’elettore?

Il delicato rapporto tra elettori ed eletti. La transumanza parlamentare. Rischi di snaturamento dell’essenza della democrazia. Che cosa (non) è cambiato da Depretis a oggi. Il recall, un istituto di revoca in vigore in certi Paesi stranieri. La documentata analisi di un alto magistrato

Politica

Elezioni e democrazia

Il momento elettorale, pur importante non è il "proprium" della democrazia. Le elezioni debbono essere libere, con potere di controllo dell’elettore sull’eletto

PoliticaSocietà

Fine vita, riflessione di un alto magistrato

Si ricostruiscono, con riferimento alla dottrina, al dibattito filosofico e alla giurisprudenza, molti aspetti legati a un tema così sensibile e controverso. Appare necessaria, una volta di più, una legge che definisca non solo gli obblighi del medico e della struttura sanitaria nella delicatissima fase dell’aiuto a morire, ma anche preveda, al contempo, la possibilità per il medico del ricorso all’obiezione di coscienza. E deve trattarsi di una legge nazionale, così da evitare una normativa “arcobaleno” fra le varie regioni italiane

Menu