Articoli scritti da Pietro Di Muccio de Quattro

Etica della convinzione e Etica della responsabilità

Gli “utili idioti” sono ritornati?

Etica della convinzione e Etica della responsabilità

Cultura, Mondo, Politica
Forse la generazione nata a cavallo del favoloso biennio 1989-1991 (che celebra la vittoria della libertà: crollo del muro di Berlino e del comunismo bolscevico) ha soltanto sentito parlare degli “utili idioti”, una categoria di persone fiorita dopo la Rivoluzione sovietica. L’espressione, pur attribuita a Lenin o Stalin o ad…

Il Comune di Roma diventa Regione

Una rivoluzione ordinamentale che lascia di stucco. Com’è stato possibile che l’intenzione lodevole di conferire a Roma uno status speciale abbia prodotto questo risultato?

Cultura, Società
Risvegliatasi, purtroppo, dopo un anno di letargo, la Commissione affari costituzionali della Camera dei deputati ha dato di piglio alla discussione dei disegni di legge costituzionale in materia di ordinamento e poteri della città di Roma, capitale della Repubblica, adottando all’unanimità (unanimità!) un testo unificato che sarà la base della…

Il nuovo decalogo di Abramo Lincoln

"10 cose da non fare in politica"

Cultura, Mondo, Politica
I “10 Non fare”, Ten Don’ts, sono stati erroneamente ascritti ad Abramo Lincoln, ma l’identità della persona che volontariamente o inconsapevolmente li ha attribuiti a Lincoln non è stata mai accertata. Questa è la conclusione della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti (Library of Congress). Ad essa mi rivolsi per appurare notizie sui…

La prevalenza del cretino nei media contemporanei

La fenomenologia di questa "figura" che, come diceva Flaiano, si è andata specializzando, descritta con uno stile sul filo della provocazione alla Jonathan Swift. "In particolare dopo la Rivoluzione francese, nelle società libere l’individuo comune è stato portato a credere che avere un diritto comporti l’obbligo di esercitarlo".

Perché ha cotanto successo sui media il cretino di sinistra? Chi non è né cretino né di sinistra dovrebbe porre la domanda ai media. Ma non per supponenza oppure a nome della destra e dell’intelligenza. Per curiosità, semplicemente. Sia chiaro, i cretini abbondano pure a destra. Sono altrettanti. Messi alla…

Antonio Martino, nel trigesimo un “personale ricordo politico”

Emerge a tutto tondo la figura di un grande liberale, che seguì da ministro degli Esteri le orme del padre, il grande Gaetano Martino.

Cultura, Politica
Ci sono orchestrali e ci sono solisti. Antonio Martino era un solista. Interpretava da par suo lo spartito liberale, ma eccelleva nell’assolo fino al virtuosismo. Era un protagonista, letteralmente: un primattore. A parte lo studio dell’amata economia, in politica fu impegnato con distacco e distaccato con impegno. Sempre con una…

La strategia atomica al tempo di Putin. Il “non- detto” e il “non-compreso” dell’equilibrio del terrore

Il dittatore Putin ha violato tutti gli accordi di Helsinki del 1975. Ha riportato in auge la "guerra fredda" ed diventato il pericolo numero 1 dell’ordine internazionale

Mondo, Politica
L’equilibrio del terrore, così all’epoca esattamente definito, fu un assioma della guerra fredda, che iniziò nel 1946, appena un anno dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Winston Churchill, l’eroico gigante che da primo ministro del Regno Unito aveva tenuto testa da solo, fino al 1941, alle forze armate naziste,…

L’Italia, una Repubblica orgogliosa

Una giornata speciale sull’Ucraina a Montecitorio raccontata da un cronista di eccezione

Mondo, Politica
Montecitorio, 22 marzo 2022, data storica. Volodymyr Zelensky parla in diretta da Kyiv, capitale dell’Ucraina assediata da Putin. Deputati e senatori della Repubblica, non tutti purtroppo, sono convenuti in una irrituale seduta delle Camere riunite per ascoltare l’eroico presidente di una nazione eroica.  Alle undici suona la campanella della chiamata…

Il pacifismo degli italiani. L’eroismo degli ucraini

"Dedicato all’intellighenzia dei talk show"

Cultura, Mondo, Politica
Il pacifismo degli Italiani, popolo riluttante a combattere ma capace d’eroismi individuali, trae linfa dall’antinazionalismo, dalla cattolicità, dal comunismo. Il Risorgimento fu soprattutto una guerra per l’unità dell’Italia. I detrattori del Risorgimento tendono a dimenticare che l’unione della Patria significò bensì la riunificazione del territorio ma soprattutto l’indipendenza degli Italiani.…

Il fascino sinistro dell’autocrazia, Vladimir Putin e i suoi cleptocrati

Una illuminante spiegazione di Sergio Romano di oltre dieci anni fa! In risposta a una lettera di Pietro Di Muccio de Quattro sul Corriere della Sera

Cultura, Mondo
Nella Russia postcomunista le cose andarono nel modo che portò Vladimir Putin al potere assoluto ed a capo di una “democratura”, impudico neologismo spregiativo della libertà, in realtà un sinonimo di “cleptocrazia oligarchica”. La sua guerra di annientamento contro l’innocente Ucraina impone di ricordare, specialmente ai simpatizzanti ed equidistanti nostrani,…
Menu